giovedì 22 maggio 2008

The show must come on

In Italia esiste una legge cioè in realtà ne esistono così tante che a volte si contraddicono tra loro... E quì il nostro caro reverendo Lovejoy potrebbe aggiungere qualcosa ma oggi vi risparmio la citazione.

Tra tutte queste leggi alcune funzionano, ovvero contribuiscono a combattere il problema per cui sono state scritte.

La questione è che ce ne è una in particolare. Questa legge ha migliorato la vita della maggioranza della popolazione italiana, è stata confermata da un referendum, tutte le statistiche sottolineano che funziona... Eppure esiste una minoranza che la vuole cancellare. Un 0,37% che afferma che ci sono i numeri in parlamento.

Ma nel paese questi numeri ci sono?

Ci sono personaggi che ogni volta si trovano un microfono davanti sentenziano sull'importanza della famiglia, sulla denatalità, sul rispetto della vita e sulla tutela dell'infanzia.
Per tutelare la famiglia si agevola la precarietà, si ingessa il mercato delle case, non si costruiscono asili e ultima della seria: si crea il reato di immigrazione clandestina circa 650000 latitanti con molte badanti, donne dell'est che non hanno alcuna intenzione di diventare italiane e che sono quì per qualche anno il tempo di mettere da parte i soldi per dare un futuro ai figli rimasti a casa.

Mi chiedo quando il Vaticano comincerà a smettere di parlare di sesso e moralità e comincerà a mettersi fino in fondo dalla parte dei più deboli di quelli che una famiglia la vorrebero creare di quelli che sono precari dei call center o delle migliaia di agenzie "web 2.0". Forse dovremo aspettare il primo parroco arrestato per favoreggiamento nell'atto di dare accoglienza ad un immigrato clandestino.

PS: per la precisione il reato di clandestinità è nel disegno di legge e non nel decreto legge... e probabilmente non verrà approvato. Rimane che viene sbandierato come atto fatto.

PSS: il titolo è una citazione ;-)

2 commenti:

nonmisicrea ha detto...

... sapevo che avresti messo questo titolo... :-D

nonmisicrea ha detto...

ma no guarda.. so stata brava: ho letto ieri sera e ho commentato stamattina, così non si scopre a quale ora della notte o del mattino sono andata a dormire, ma si capisce bene che in ufficio non faccio un cavolo!!!!